Ex-Discarica Montebuono

La ex-discarica di Vizzolo Predabissi sullo sfondo, in primo piano il fiume Lambro.
Fotografie, ricerca e testo di Luca Quagliato
DOVE: Località Montebuono, Vizzolo Predabissi, Milano.
QUANDO: 1983/1999
PERCHÉ: Incuria nella gestione della discarica.
CONTAMINANTI PRESENTI: Percolato
STATO ATTUALE: il trattamento e trasporto del percolato è in attesa di assegnazione tramite gara d’appalto.

A Vizzolo Predabissi, in un incastro tra la ferrovia, la TEEM e il fiume Lambro sorge una collinetta. L’origine è artificiale, infatti è una ex-discarica di RSU (rifiuti solidi urbani), in opera dal 1983 al 1999.

All’apertura della discarica, sorta al posto di una cava, secondo le leggi del 1983 sarebbero dovuti seguire 14 anni di operatività del sito, nonostante sia appurato che la produzione di percolato in una discarica di RSU possa proseguire per oltre 30 anni.

Il 31 Dicembre 2014 scade la convenzione tra il comune di Vizzolo Predabissi e la Vizzolo Ambiente Srl. La ex-discarica passa in mano al comune, e nel 2015 su esposto dei tecnici del comune viene effettuato un sopralluogo da parte dei tecnici dell’ARPA, che individuano la compromissione dei sistemi di raccolta del percolato e lo stato di abbandono del sito. Il percolato, dopo aver riempito le vasche, tracima presumibilmente verso il fiume Lambro o negli scoli dell’acqua piovana.

Sebbene dalle analisi chimiche il percolato prodotto dalla ex-discarica di Montebuono risulti classificato come rifiuto “Non Pericoloso” questa definizione non deve trarre in inganno. Si tratta comunque di un rifiuto, da trattare come tale e nel caso della ex-discarica di Montebuono da portare altrove per via del cattivo stato strutturale delle vasche di contenimento.

Ad ora, risulta chiuso da pochi giorni un bando di assegnazione per il trasporto di 4.000 tonnellate di percolato dalla ex-discarica ad altro sito adibito allo smaltimento.

Dopo 2 anni dall’abbandono del sito ancora non si è arrivati a una messa in sicurezza del sito.

I piloni della TEM (Tangenziale Esterna Milanese) che passa a fianco della ex-discarica.